News RSS



MADE IN ITALY usi e abusi!

Il Made in Italy è un marchio ormai usato e abusato. Secondo la normativa vigente nel settore tessile, si può etichettare Made in Italy ogni prodotto (o capo) le cui fasi della lavorazione siano avvenute prevalentemente in Italia. Questa generica indicazione di prevalentemente permette al fior fiore del tessile italiano (di arredamento e non) di produrre tessuti in estremo oriente o nei punti più disparati del globo purché la manodopera costi poco e le tutele per i lavoratori siano misere o inesistenti, e di realizzarne in Italia solo una micro parte del processo produttivo. Anche perché come si può determinare quali siano le lavorazioni prevalenti per esempio nel processo produttivo di un indumento? La tessitura? L’applicazione dei bottoni? La cucitura?...

Vai all'articolo

Sale

Unavailable

Sold Out